Scola

Via Pennavaire 166
17030 Castelbianco (SV)

CHIUSURA Martedì e mercoledì

Tel. 0182 77015 – 340 3403603
scolarist.it
info@scolarist.it

FERIE Gennaio
COPERTI 40

Nasce come Osteria a Castelbianco nel 1926 dai nonni Manuelin e Angiolina che, appena ventenni, concentrarono i loro sforzi in questa attività. Con fatica e sacrifici che poco più di mezzo secolo e tre generazioni dopo avrebbero portato la locanda a diventare un ristorante dall’atmosfera elegante e riservata, grazie anche al profondo restauro da poco finalmente concluso. Immutata attraverso gli anni è rimasta la cordialità e l’accoglienza della Famiglia Scola; all’ospite è offerta l’opportunità di vivere un’ esperienza eno-gastronomica che sfiora una linea di cucina innovativa senza distaccarsi dal filo conduttore della tradizione. Ogni pietanza è rigorosamente preparata in casa, a partire dal pane casalingo, selezionando gli ingredienti con un occhio attento alla filiera corta e al chilometro zero. Oltre cinquecento etichette tra cui scegliere il meglio dei vini regionali e nazionali custoditi tra i legni e le pietre della cantina. Per chi si è innamorato della riviera ligure di Ponente, il ristorante Scola dispone di otto camere curate in ogni particolare, luogo ideale per un soggiorno lontano dal caos cittadino, dove godere dell’effetto distensivo del verde della valle, rimanendo a una manciata di chilometri dalle spiagge più note.

Menu TavoleDOC

50 € a persona

Aperitivo al calice e non

Anguilla laccata su brace, lenticchie, uvetta e mango

Uovo crock, patata viola, prescinsêua e tartufo nero

Plin di anatra, fondo speziato e tartufo nero

Baccalà  BBQ, asparagi, nocciole e aceto di mela

Loazzolo & Loazzolo

Soufflé gianduja e caramello salato

Risotto, spuma di zucca rossa, capperi, carciofi e polvere di caffè

Tempo di preparazione: 35’ · Difficoltà: media

Pulire e tagliare la zucca rossa in grossi pezzi, cuocerla in padella aggiungendo un po’ di acqua, uno scalogno tritato e un filo di olio extravergine di oliva.
Coprire con la carta da forno e un coperchio per creare il vapore e portare la zucca a cottura a fiamma moderata.
Frullare la zucca cotta fino a renderla una crema, unire la panna e frullare nuovamente, regolare di sale e pepe e fare raffreddare.
Mettere la crema di zucca in un sifone da cucina e caricare con una carica di azoto.
Tostare il riso a fuoco medio in una pentola con bordo alto. Versare un filo di olio e lo scalogno tritato e fare rosolare leggermente.
Sfumare con brodo vegetale incorporandolo poco alla volta fino a cottura del riso, a metà cottura aggiungere la zucca a dadini.
A fuoco spento mantecare con il parmigiano, il burro dolce e i capperi tritati.
Impiattare il risotto spolverando con polvere di caffè. Adagiarvi sopra la spuma di zucca rossa, sistemare il carciofo precedentemente fritto e servire.