Teresa dal 1968

Piazza Lido di Pegli 5
16156 Genova

CHIUSURA Martedì

FERIE Prima settimana di gennaio
COPERTI 60

Una bella storia di famiglia da più di cinquant’anni, unita nel comune intento di dar valore al sapore, condito da un profondo sapere, presentato con eleganza da Tina Cosenza insieme ai fratelli Mariella e Tonino e alla cognata Cinzia, parte integrante del ristorante. Si parla spesso di cucina della memoria, di quei sapori che riconducono alla nostra infanzia e alla semplicità delle materie prime impiegate, della normalità che dovrebbe trasformarsi in eccellenza. Dal bisogno di una “cucina di casa” è nata la ricerca di idee, luoghi e collaborazioni che mettessero in primo piano l’espressione gastronomica, ma anche cultura, emozioni, affetti e amicizie. La cucina è femmina al ristorante Teresa dal 1968, casa gourmet nel quartiere genovese di Pegli, dove le donne sono assolute protagoniste. Mamma Teresa in primis, capostipite di una ristorazione ancorata alla tradizione ma in costante e continua evoluzione. Un menu che segue la stagionalità degli ingredienti, dallo Sgombro marinato in caesar salad, proseguendo con i Bijoux burro e alici, i Mandilli al pesto fino al Traccetto di pescato all’erba cedrina, concludendo la degustazione con la Meringa al basilico e cioccolato.

Menu TavoleDOC

70 € a persona

Sgombro marinato al frutto della passione e finocchietto selvatico
Bijoux burro e alici
Crema di patate affumicate con calamaretti e lime

Spaghettone con gallinella e pomodorino secco

Filetto di pescato con salsa all’erba cedrina, gambero e lattuga di mare

Ginger mule
Sfogliatina con crema di zabaione e kumquat

Caffè e meringhette

Acqua minerale e vino in abbinamento

Branzino con salsa all’erba cedrina

Tempo di preparazione: 30’ · Difficoltà: media

Preparare la salsa all’erba cedrina: mettere a bollire il fumetto di pesce con le foglie di erba cedrina, la carota e la cipolla. Aggiungere la panna di soia, regolare di sale e pepe e ridurre fino a una consistenza cremosa.
Eviscerare e pulire i gamberi eliminando il carapace della testa e della coda. Impanare i gamberi e le foglie di lattuga nella semola e friggerli nell’olio di semi di arachide. Cuocere a vapore i filetti di branzino per 7 minuti a 100-120 °C.
Comporre ciascun piatto posizionando il filetto di branzino al centro. Napparlo con la salsa all’erba cedrina e completare la composizione con le foglie di lattuga fritte e i gamberi.