SAN GIORGIO GENOVA

Viale Brigata Bisagno 69,16121 Genova (GE)

CHIUSURA Domenica

FERIE variabili
COPERTI 55 all’interno
ANIMALI si
PARCHEGGI si

“Non esiste altro luogo al mondo dove ci si può rilassare come a tavola” è il principio alla base dell’ospitalità offerta dalla famiglia Scala, 35 anni nel mondo della ristorazione mettendo il desiderio del cliente sempre al primo posto. Sotto l’insegna del San Giorgio, il personale lavora per garantire ai propri ospiti piatti di alta qualità insieme ad un servizio impeccabile. Dedizione, professionalità e passione sono i valori di una squadra impegnata a far sì che il cliente raggiunga la massima soddisfazione senza dover mai chiedere, perché, come recita la filosofia della famiglia Scala, “soltanto quando non avremo più richieste dai nostri clienti, significherà che avremo raggiunto l’eccellenza”. A guidare la cucina è Graziano Caccioppoli, chef giovane ma dal curriculum più che invidiabile. In un ambiente raffinato e famigliare sono serviti piatti a base di terra e di mare, che sposano qualità della materia prima e precisione stilistica. Tra le proposte più prelibate risaltano il capponmagro genovese, i gustosi gnocchi ripieni al pesto e la peculiare Triglia alla “Rossini”. Inoltre, è possibile ritrovare la grande passione della famiglia Scala per i vini pregiati in una ricchissima proposta di bottiglie di pregio.

Menu TavoleDOC

70 € a persona

Gnocchi al pesto

Tempo di preparazione: 20’ · Difficoltà: media

Partire con la preparazione del pesto alla genovese.
pestare, rigorosamente al mortaio, tutti gli ingredienti partendo da quelli solidi: iniziare quindi con i pinoli, il sale e l’aglio, cercando di estrarre gli oli essenziali. Poi, aggiungere il basilico, il pecorino e a filo l’olio extravergine d’oliva fino a raggiungere la consistenza desiderata.

Per la realizzazione degli gnocchi: cucinare le patate cuocendole sul sale grosso per 40 minuti in forno statico a 140 gradi; quindi schiacciare e passare al setaccio, aggiungere un pizzico di sale, incorporare il mascarpone e con parsimonia dosare la farina azzurra quanto basta, fino a raggiungere un risultato ottimale.
Infine, stendere la pasta degli gnocchi sottilmente per usarla come involucro del nostro pesto, precedentemente congelato in uno stampo a forma di sfera.

Per cuocere gli gnocchi ripieni farli bollire in acqua salata per circa 3 minuti.

Per la realizzazione della salsa di pinoli, invece, frullare i pinoli per tre volte assieme ad un po’ d’acqua.

Impiattamento e assemblaggio: stendere a semicerchio sul fondo di un piatto bianco la salsa di pinoli, e disporre sulla salsa gli gnocchi. Per guarnire: adagiarvi sopra delle foglie di basilico, fritte appena, e alternarle con le cialde di parmigiano e i fagiolini sbollentati.