Roma

Via Roma, 15
16026 Montoggio (GE)

CHIUSURA Giovedì. Da ottobre a maggio lunedì, martedì e mercoledì a cena

FERIE Prima settimana di luglio
COPERTI 70 all’interno
ANIMALI sì

Nell’entroterra genovese cento anni di storia culinaria. Si muove dentro questo perimetro la proposta del ristorante Roma di Montoggio, capitanato da cinque generazioni della stessa famiglia. Agli inizi la bisnonna Luigina accoglieva le carrozze dei signori in transito e li rifocillava con i suoi favolosi piatti tipici. Con i passaggi di testimone, la carta ha abbracciato una dose crescente di innovazione fino ad arrivare alla gestione attuale del nipote cuoco, Stefano Torre. Nonna Amelia e zia Adriana gli hanno tramandato il valore di una cucina espressa, che mixa la sua connotazione ligure con impronte piemontesi. Una menzione speciale va alle tipologie di pasta fatta a mano, in forma di taglierini, raviolini, lasagnette, tortelli e fettuccine, accompagnate da sapori nobili come funghi e tartufi oppure dai crostacei più ricercati. I crudi di terra e di mare manifestano un occhio di riguardo per l’estetica e la leggerezza dell’insieme. Lo zio Mario cura con amore un fazzoletto di terra dove nascono le verdure di stagione generose di profumi e proprietà nutrizionali. Il contesto della sala, immerso nella luminosità delle vetrate panoramiche di giorno, e avvolto dalle calde luci di sera, crea l’atmosfera giusta per ogni situazione gourmet.

Menu TavoleDOC

50 € a persona

Filetto di fassona, porcino grigliato e quenelle di patate quarantine

Tempo di preparazione: 25’ · Difficoltà: media

Tritare finemente le erbette aromatiche da utilizzare per il fungo, lo sformatino di patate e la coulis. Far bollire le patate 15 minuti circa e schiacciarle finemente.

Pulire la cappella del porcino e marinarla nell’olio extravergine di oliva con l’aggiunta delle erbe, quindi farla grigliare qualche minuto correggendola con sale, pepe ed erbette.

Grigliare il filetto di Fassona 3 minuti per lato e condirlo con olio e sale.

Con l’aiuto di un cucchiaio, creare una quenelle di patate alle erbette da accompagnare al piatto.

Con le restanti erbette e l’aiuto di un mixer da cucina preparare una coulis da usare come guarnizione.

Posizionare il filetto al centro di ciascun piatto e adagiarvi al di sopra il fungo grigliato leggermente inclinato. Guarnire con lo sformatino di patate aromatiche e la coulis. Colorare la composizione con le foglioline delle erbette rimaste.