LA CONCHIGLIA

Lungomare 33
18018 Arma di Taggia (IM)

CHIUSURA Lunedì. Giovedì a pranzo

FERIE Variabili
COPERTI 28 all’interno + 16 all’esterno

Tavola regale, servizio impeccabile, carta dei vini da sogno, vista mare e cucina familiare. Tutto questo si trova ad Arma di Taggia ed è interamente concepito e orchestrato dalla famiglia Ruffoni. La cuoca Anna Parisi dirige la sinfonia dalla cucina, inventando piatti che racchiudono tutta la maestria e l’amore che trasformano un pasto a La Conchiglia in un’esperienza di tavola unica e memorabile. Il suo estro trova l’apice nella proposta di tre menu degustazione figli della stagionalità e della freschezza dei prodotti acquistati al mercato: il percorso di valorizzazione dei prodotti del territorio; quello realizzato con gli acquisiti del giorno; il viaggio dei sapori che vengono dal mare. L’accurata mise en place, che si avvale tra l’altro di ceramiche raffinate e di composizioni floreali realizzate con grande gusto, acuisce la sensazione di piacevolezza e di charme. La selezione dei vini, raccolta in una lista da consultare con dovizia, è una piccola perla frutto di una ricerca certosina tra vecchio e nuovo mondo enologico, regalando abbinamenti appropriati per ogni esigenza.

Menu TavoleDOC

70 € a persona

Semifreddo al gianduia biscotto all’olio e sorbetto di mandarini

Tempo di preparazione: 90’ · Difficoltà: media

Portare a bollore panna e latte, versarli sui tuorli precedentemente montati con lo zucchero e continuare a sbattere con un frustino. Portare il composto a 82 °C, cuocendolo a bagnomaria, farlo poi raffreddare fino a 45 °C e aggiungere il gianduia sminuzzato. Versare negli stampi e riporre in freezer per conferirgli la consistenza del semifreddo.

Preparare il biscotto impastando farina, olio, zucchero e lievito. Quando l’impasto sarà omogeneo, unire la scorza di limone e il Marsala, finire di lavorare e conservare il composto in frigo per almeno un’ora. Stendere l’impasto con il matterello tra 2 fogli di carta forno mantenendo uno spessore di 3 mm. Rimuovere il foglio di carta superiore, sagomare i biscotti con un coppapasta tondo del diametro desiderato e infornare a 170 °C per 12-13 minuti.

Bollire gli zuccheri e l’acqua in un pentolino per ottenere uno sciroppo fluido e denso. Lasciare raffreddare, unire il succo di mandarino e passare in un mantecatore per realizzare il sorbetto.

Disporre su ciascun piatto un disco di biscotto all’olio, sistemarvi al di sopra il semifreddo e decorare con un rametto di ribes e un alkekengi. Sbriciolare grossolanamente gli scarti di cottura del biscotto, disporli a formare una striscia a fianco al semifreddo e sormontarli con una quenelle di sorbetto. Spolverare la composizione con lo zucchero a velo.