Il Sogno

Via Roma 45
17024 Finale Ligure (SV)

CHIUSURA Luglio e agosto a pranzo lunedì e martedì

Tel. 019 695472
349 5282014
ristoranteilsogno.it
info@ristoranteilsogno.it

FERIE  2 settimane a dicembre e 2 settimane a febbraio
COPERTI 50 interni + 40 esterni
ANIMALI sì
PARCHEGGIO sì

Affacciata sul corso principale che attraversa il centro storico di Finale, l’insegna fa sognare per l’ambientazione curata nei dettagli e la proposta di cucina, che si distingue per la valorizzazione del pescato locale. Due le sale, una romantica e riservata, l’altra più capiente volge lo sguardo verso i caratteristici caruggi. Per la bella stagione, invece, ecco il dehors per le degustazioni all’aria aperta. La gestione, da anni appannaggio della medesima ed affiatata compagine, garantisce piatti iconici, preparati utilizzando il pescato che proviene dalle flotte di pescherecci che gettano le reti nel Mar Ligure. In conformità alla stagione e alla giornata di pesca, ecco diventare protagonisti assoluti i gamberoni viola di Sanremo con i paccheri, la palamita preparata in tartare, il filetto di tonno rosso scottato alla piastra: tutto è poi valorizzato ulteriormente grazie agli straordinari prodotti degli orti liguri, e dall’altro simbolo della tradizione agricola del territorio, le olive taggiasche e il delicatissimo olio extravergine che ne deriva, particolarmente adatto ad accompagnare il pesce. La cantina conserva bottiglie di pregio: particolarmente avvincente la selezione degli Champagne.

Menu TavoleDOC

35 € a persona

Triglie locali ripiene ai porri saltati in padella, pinoli tostati e maggiorana su crema alle fave e menta

Tempo di preparazione: 30’ · Difficoltà: media

Squamare le triglie, privarle di intestino e branchie. Sfilettarle senza rimuovere la coda, eliminare le spine con una pinzetta. Appoggiarle su una teglia rivestita con carta forno unta con poco olio.

Tagliare il porro e lavarlo per rimuovere i residui di terra. Stufarlo in padella a fuoco moderato con olio extravergine di oliva, poco sale e un po’ di acqua per tenerlo umido. Insaporire con la maggiorana tritata.

Triturare i porri con la mezzaluna non prima di aver aggiunto i pinoli tostati. Trasferire il ripieno ai porri in un sac à poche.

Farcire le triglie con il ripieno e ricomporle come se fossero intere.

Preparare la crema alle fave fresche profumate alla menta. Decorticare le fave e sbianchirle per 10 secondi in un pentolino con poca acqua e un pizzico di sale. Estrarle e metterle in una ciotola con acqua e ghiaccio per raffreddarle rapidamente preservando colore e proprietà.

Tagliare fini lo scalogno e la patata, sgusciare le fave e cuocere insieme questi ingredienti per 5 minuti in un pentolino coprendo con il brodo vegetale. In ultimo, aggiungere la menta spezzettata a mano. Frullare nel frullatore a bicchiere o nel Minipimer. Passare la crema in un colino a maglia fine per ottenere una consistenza liscia e vellutata.

Cuocere le triglie in forno a 175 °C per 5 minuti (15 % di umidità nel forno a vapore, oppure creare del vapore nel forno per non seccare la pelle).

Servire le triglie ripiene sulla crema di fave alla menta, incrociandole, con la coda in alto. Guarnire con pomodorini datterini confit.

Dressare con un goccio di olio extravergine di oliva monocultivar Taggiasca.