CLAUDIO

Via XXV Aprile, 37
17028 Bergeggi (SV)

CHIUSURA Lunedì.
Da martedì a venerdì a pranzo

FERIE Da fine ottobre a fine marzo
COPERTI 40 fra interno ed esterno
ANIMALI si
PARCHEGGIO si

A Bergeggi si sale un’altura a picco sul golfo e la sua Isola. Qui Claudio Pasquarelli ha costruito un ristorante, un albergo e il residence Borgo San Sebastiano strappando la terra alla montagna come solo il Ligure, puntiglioso e tenace, sa fare. Il mare è sovrano: dalle camere, dalla bella sala da pranzo arricchita da mobili d’antiquariato e una mise en place elegante e dalla magnifica terrazza sospesa sul golfo protetta da grandi vele. Ed un mare così bello, così vivo e presente non può che segnare la cucina raffinata di Claudio e della figlia Lara ed il servizio preciso di Cristian in sala. Una cucina dove la tecnica scompare nella mano che la usa con perizia per portare sulla tavola un pescato di qualità sopraffina in un percorso di gusto degno di un tuffo in mare. Luminosa come una stella, la cucina brilla per il bouquet di crostacei agli agrumi del Mediterraneo, il fritto di pesci e crostacei del mar Ligure, la zuppa di pesce sfilettata e servita nella pietra ollare, la rana pescatrice avvolta nel lardo di Colonnata e salsa al Rossese, la cataplana del Mediterraneo. Si potranno scegliere dal menu a la carta e da due percorsi degustazione, uno di questi cambia in base al pescato, paste che s’adagia- no nel mare: fettuccine al nero di seppia con marmellata di pomodoro e calamaretti spillo; linguine di Gragnano, king crab e burrata; ravioli agli scampi e salsa americana. Dessert freddi e dessert caldi assecondano l’estro e l’emozione del cliente. Nella cantina predominano bianchi pregiati, regionali, nazionali e francesi soprattutto. Spiaggia privata e piscina accolgono chi vuole vivere il mare sentendolo sulla propria pelle o senza perdere un solo sguardo.

Menu TavoleDOC

90 € a persona

Carpaccio di San Pietro, limoni biologici di Bergeggi

Tempo di preparazione: 45’ · Difficoltà: bassa

Prima di tutto preparate lo sciroppo utilizzando zucchero, acqua e limone: immergete le zeste di limone in 100 ml di acqua e zucchero lasciando macerare il tutto per un tempo sufficiente. Ripetete questa operazione per 3 volte, scolando ogni volta l’acqua e rimettendone di fredda.

PER IL CARPACCIO, tagliate a fette il San Pietro e battetelo finemente senza romperlo e preparatelo per porlo nel piatto.
Una volta fatto ciò, conditelo con olio e pepe e decorate con le rimanenti zeste di limone.