Boma Ristorante Caffè

Via Dei Tornitori 2
17019 Varazze (SV)

CHIUSURA In inverno martedì e mercoledì In estate martedì

FERIE 10 giorni a ottobre, 10 giorni a febbraio
COPERTI 50 interni + 50 in veranda

Giovanni e Alessandro Patanè sono le due anime di questo bel locale affacciato sulla Marina di Varazze. Il primo, sommelier e caposala, accoglie il cliente promuovendo con passione la storia del ristorante e la personale selezione di vini. Alessandro, cuoco, punta sulla formazione al fine di selezionare personale capace di replicare la sua idea di ristorazione incentrata sull’utilizzo rispettoso di materie prime di qualità. Una visione che esalta il pesce, principe del menu, declinato tendenzialmente secondo tradizione regionale, senza tuttavia tralasciare inventiva e immaginazione. Ambientazione calda ed accogliente, in pieno stile famigliare, ideale sia per consumare una cena a lume di candela, sia per vivere l’happy hour a pochi metri dal mare. Tutto questo è possibile grazie alla versatilità di un ristorante che riesce ad essere sempre riposta ideale ai desideri di una clientela in cerca di qualità a qualsiasi ora del giorno.

Menu TavoleDOC

50 € a persona

Gran fritto misto di pesce

Tempo di preparazione: 60’ · Difficoltà: media

Preparare la pastella per le verdure con la farina di grano tenero, l’acqua gasata e un uovo. Emulsionare il composto fino a raggiungere la consistenza che consenta di immergervi le verdure da friggere. Lasciare riposare in frigorifero.

Realizzare la panissa ligure: portare a ebollizione 500 ml di acqua, salare e aggiungere a pioggia la farina di ceci. Far cuocere per 45 minuti a fuoco basso continuando a mescolare per evitare che si attacchi alla pentola. A fine cottura, versare in una teglia in modo da ottenere una mattonella alta due centimetri. Lasciare raffreddare e rassodare in frigorifero.

Pulire i pesci: privare le acciughe di testa, interiora e lisca centrale. Passarne una parte, aperte a libro, nella farina, poi nell’uovo sbattuto e, infine, nel pangrattato.

Riempire le restanti acciughe con una farcia precedentemente creata con un bicchiere di pangrattato, 1/2 bicchiere di Parmigiano Reggiano grattugiato, prezzemolo e aglio irrorati con vino bianco e olio. Passare le acciughe farcite in farina, uovo sbattuto e pangrattato.

Pulire i calamari e tagliarli a rondelle dello spessore di un centimetro. Infarinare calamari e gamberi con la farina “00” e la farina di semola. Friggere a 170 °C in olio di semi di arachide le acciughe preparate nelle due maniere, la panissa tagliata a fettine e le verdure passate nella pastella.

Servire il gran fritto misto di pesce ben caldo.