Boma Ristorante Caffè

Via Dei Tornitori 2
17019 Varazze (SV)

CHIUSURA Martedì

FERIE 15 giorni fra Novembre e Febbraio
COPERTI 35 interni + 35 esterni
ANIMALI si
PARCHEGGIO si

Varazze, tra i borghi più belli d’Italia e della Riviera di Ponente, affascina per l’unicità con cui la montagna, il mare e il lascito medievale del centro storico restituiscono luci e colori. Nella Marina, la cui architettura si ispira agli stabilimenti balneari dei primi del Novecento, i portici in legno d’iroko e i tetti in rame antichizzato conducono al mare senza dimenticare la prospettiva della montagna in un ambiente moderno, elegante, comodo e vivo. Qui, Boma Ristorante Caffè si affida alla mano di Alessandro Patané, chef che addomestica il pesce locale in proposte gastronomiche concrete e al tempo stesso delicate e leggere, e di suo fratello Giovanni, responsabile di sala e sommelier, moderni attori della ristorazione ligure aperti alla sperimentazione e all’innovazione. Gustare e incontrare sono le chiavi dei fratelli Patanè. Boma Ristorante Caffè è quindi ideale per una cena romantica, una serata tra amici, un ricevimento glamour. Per aperitivi o pranzi di lavoro è ottimo il dèhor nella stagione estiva. Il rosso è l’elemento che dà tono al locale, ad un menu alla carta che non dimentica la tradizione ligure rivisitata con innovative tecniche di cucina. L’insalata del pescatore, il baccalà brandato, le acciughe cantabriche, i gamberi cotti a vapore con panissa, i tortelli di orata con spada, capperi e olive, gli gnocchi con pescatrice e broccoli, il fritto del golfo sono un marchio di qualità degno dell’ospitalità italiana. Un menu non è di solo pesce e la carne trova spazio nelle più pura radice ligure o nella più ampia tradizione piemontese. Menu degustazione e delivery completano l’offerta dei fratelli Patanè. Eventi con serate a tema legate alla musica di qualità.

Menu TavoleDOC

60 € a persona

Insalata del pescatore 2021 Polpo al vapore con patate, giardiniera di verdure, gambero a vapore e corona di alici marinate.

Tempo di preparazione: 90’ · Difficoltà: media

Dopo aver decapitato e deliscato le alici, immergetele in una soluzione di 200 ml di acqua, 200 ml di aceto e 100 ml di limone spremuto tutto emulsionato con mezzo cucchiaio di sale. Lasciate marinare per almeno mezza giornata e dopo averle scolate, riponetele in olio extravergine di oliva.

Cuocete intanto il polpo attraverso le attrezzature di cui disponete, o per bollitura o a vapore. Le patate vanno cotte, possibilmente con la pelle, e lasciate raffreddare.

Eviscerate e pulite i gamberi di Santa Margherita e poi scottateli in acqua calda: badate a non lasciarli sul fuoco per più di un minuto, altrimenti andranno perse le loro qualità organolettiche. Una volta cotto il polpo, pulitelo per eliminare le parti non gradevoli.

A questo punto tutto è pronto per essere assemblato: tagliate il polpo e le patate a dadini e condite entrambi con un poco di limone, sale, olio extravergine di olive e prezzemolo.

Per l’impiattamento: adagiate al centro di un piatto bianco il polpo e le patate, aggiungendo un cucchiaio di giardiniera, le alici marinate disposte a corona e al centro il gambero a vapore. Terminate servendo il piatto con un giro d’olio della riviera ligure.