A_GRILLO RESTAURANT & WINE

Via Vecchie Carceri 19
18100 Imperia

CHIUSURA Martedì. Mercoledì a pranzo

FERIE 10 giorni a Novembre e 2 settimane a Febbraio
COPERTI 28 interni + 35 esterni
ANIMALI si
PARCHEGGIO si

Il Parasio è il centro medioevale di Imperia Porto Maurizio. In un coacervo di logge, scalinate e piazzette quasi completamente pedonali, caratteristici caruggi che si intrecciano e salgono tra splendidi affacci a mare, A_Grillo è un ristorante dalla cucina moderna, essenziale e gustosa, attenta al mondo vegetariano e ai prodotti locali. Un’idea gastronomica nata nel 2020 dalla profonda amicizia, dalla comune passione per cibo e vino e dalla voglia di condividere, che non può che trovare affermazione in un convivio di due amici, Vincenzo Agrillo e Alessandro Grillo. Una cucina istintiva quella di chef Vincenzo, senza confini, libera, creativa che non rinnega le origini e rende omaggio ad una terra accogliente come la Liguria. Calamari ripieni di cime di rape e bufala; capesante con tartare di rapa rossa; lingua di vitello con purea di cavolfiore all’acciuga; spaghettone con ristretto ai frutti di mare, alga nori e lime; verza arrostita in salsa di melograno; fritto misto in pentola con verdure in tempura sono esempi di una cucina giocata su equilibri di collina e di mare affinati nell’educazione gastronomica dello chef e perfezionata alla corte di ristoranti stellati di prestigio. La carta dei vini, studiata da Alessandro, è in continua evoluzione e porta alla luce piccoli produttori di qualità italiani e esteri che sanno capire la personalità del territorio, le parole del vignaiuolo ed il linguaggio dell’uva che si dà al vino. Cenare all’aperto sospesi in una nuvola di tetti alle luci della sera che scendono su Parasio è ancora più suggestivo dell’azzurro cielo ligure che riempie i caruggi con la leggerezza che solo il mare sa dare all’ora di pranzo.

Menu TavoleDOC

60 € a persona

Gnocchi di cavolfiore, impepata di cozze, salsa al prezzemolo e limone

Tempo di preparazione: 90’ · Difficoltà: media

Cuocete il cavolfiore in una casseruola con abbondante acqua salata per 10 minuti. Scolate e frullate. Fate lo stesso con le patate e poi spellatele e schiacciatele. Unite i due composti col tuorlo, col sale e con una parte della farina, dopodichè impastate tutto insieme.

Una volta assorbita la farina, aggiungete la restante. A panetto pronto, tagliate dei pezzi, stendeteli e create degli gnocchi.

PER LA SALSA, private l’aglio dell’anima e tritatelo. Mettetelo in una padella con olio e peperoncino. Quando si imbrunisce, aggiungete il prezzemolo tritato e la colatura di alici. Frullate il tutto e passatelo al colino fine.

PER LE COZZE, pulitele e mettetele in una casseruola con coperchio. Cuocetele per 3 minuti. Scolatele mettendo l’acqua in un minipimmer. Montatela con la xantana e mettetela in un sifone: fatelo andare per una carica e fate riposare per 20 minuti. Sgusciate le cozze e mettetele con la salsa.

PER LA SALSA AL PREZZEMOLO, frullate il prezzemolo in un cutter con ghiaccio e xantana, poi aggiungete il succo di limone. Passate tutto allo chinois. Cuocete gli gnocchi, saltateli con la salsa di colatura e le cozze.

Nel piatto: sopra la salsa al prezzemolo, la buccia di limone e alla fine la sifonata di acqua di cozze. Finite con una spolverata di pepe e delle foglioline di piante aromatiche.